Google Website Translator Gadget

giovedì 26 giugno 2014

come le ciliegie, uno tira l'altro.

E' incredibile, oggi ho verificato come il cucire dei lavori di patchwork, nel mio caso, sia "pericoloso", nel senso che crea dipendenza.
Ho iniziato stamattina, sono a casa sola e quindi tranquilla, a cucire dei blocchi di un lavoro collettivo che come gruppo abbiamo appena iniziato e mi sono trovata a dovermi sforzare per interrompermi, per portare Milo a spasso stamattina, per uscire a fare la spesa, per fermarmi a pranzare e ora, per chiudere la macchina da cucire e prepararmi per uscire tra un poco.
La curiosità di vedere il risultato di uno e poi dell'altro e poi dell'altro blocco ancora mi portava a continuare e a continuare.
Capita anche a voi: quando fai qualcosa che ti appassiona, ti incuriosisce, ti piace, staccarsene diventa faticoso.
E' il destino dei lavori che hanno bisogno, per essere compiuti completamente, di un tempo lungo.
Eppure lo so che è così ma la sensazione di difficoltà della separazione, dell'interruzione del flusso provoca sempre un certo effetto. 
Ma ora mi preparo ad uscire. Buona serata a tutti.

sabato 21 giugno 2014

B5 - Hot Cross Buns <> L9 - Walter's Place

Ecco finalmente altri due blocchi del mio caro Baby Dear Jane. Il mio progetto di comporre due blocchi a settimana è saltato per via della campagna elettorale. Ma ne valeva la pena perché il candidato sindaco che ho sostenuto ha vinto le elezioni e ora non mi rimane che fargli  i più calorosi auguri di buon governo, per lui, per me e per tutti i nostri concittadini.
Eccoci quindi alla descrizione dei due blocchi che mi permettono di procedere con il mio schema di composizione concentrica del lavoro.
Il primo. B5 è stato abbastanza semplice, dopo aver composto il blocco ho aggiunto i quattro semi con il metodo appliqué, in totale è composto da 15 pezzetti di stoffa.
Il secondo, L9 è più complesso e il risultato è in effetti meno preciso ma nel complesso gradevole, è composto da 29 pezzetti di stoffa.






mercoledì 4 giugno 2014

Il top per la coperta di mio figlio

Per tutti i mesi del 2013 ho pubblicato il BOM che seguivo e proposto dal sito Crafty.
Potete trovarli tutti cliccando sul link qui sopra.

Dopo aver terminato i vari pezzi è iniziata la fase di assemblaggio degli stessi che non è stata semplicissima perché avevo deciso di cucire degli inserti di stoffa che avrebbero fatto da fil rouge/noir anche perché, per raggiungere le misure che mi servono per una coperta per un letto da una piazza e mezza, mi serviva aggiungere della stoffa. 
Così, per rendere più sobrio e adeguato al genere maschile, il risultato ho aggiunto della stoffa scura, grigio/nero/bianco.
Oggi ho terminato il top, che piace a mio figlio e piace anche a me; in particolare oltre all'insieme, mi piace notare la cornice/scorniciata dei quadrati composti dai triangoli verde e colore/vario; si tratta di quattro strisce scollegate tra loro, che danno l'effetto di una cornice ma non la solita cornice, insomma ci ho messo un po' di mia creatività!
Ora si passa alla fase della scelta del retro, anche qui vorrei inserire, ad esempio, dei pezzi che ho cucito e mi sono avanzati del top... insomma il lavoro continua!