Google Website Translator Gadget

domenica 24 maggio 2020

Adesso il top è finito!

Nella foto non c'è ancora il bordino che poi con il binding a smerlo terminerà il mio lavoro perché ho scattato la foto qualche giorno fa. Ma ora è proprio finito e pronto per essere assemblato con il retro e l'imbottitura.
Tra l'altro, nel cercare di comporlo, ho realizzato che ho acquistato il tessuto per il retro appena sufficiente, ma per stare tranquilla ho deciso di aggiungere una striscia di stoffa che movimenta un poco anche il retro.
Ora non resta che comporre il "panino" e iniziare la nuova avventura del trapunto a mano.
Il primo blocco, che si trova pubblicato su questo blog, porta la data del 31 ottobre 2009.
Abbiamo fatto insieme un bel viaggio fino ad oggi. Ci sono stati periodi, lunghi anche un anno, nei quali non ho cucito un blocco, forse ero demoralizzata, forse pensavo che non avrei mai visto la fine. E invece, questo è un bel passo, un buon punto per partire con rinnovato entusiasmo.
Vedremo!
Arrivederci ad un nuovo appuntamento.

domenica 3 maggio 2020

Ora è la volta dei triangoli

Dopo avere terminato di unire tra loro tutti i 169 blocchi quadrati che compongono il mio Baby Dear Jane



sono passata alla composizione delle strisce di contorno composte da 13 triangoli patchwork e 14 triangoli di stoffa semplice.
Ecco la prima, quella laterale destra.

martedì 21 aprile 2020

Nuovi progetti

Non resisto, proprio non ci riesco, anche se mi ripeto sempre che prima dovrei finire i vecchi, non riesco a non iniziare dei nuovi progetti quando trovo delle cose che mi piacciono o che mi intrigano.
Eccomi così a partecipare al nuovo progetto di modern quilt proposto da Daria Blandina e Roberta Sperandio che lo scorso anno mi ha permesso di realizzare il mio primo modern...
Poi, in questo periodo  di forzata chiusura in casa alcune amiche che gestiscono negozi di patchwork hanno organizzato un gruppo mystery al quale non ho resistito e così ecco partire un nuovo progetto.
E poi ci mancava la mia amica Giovanna che mi ha presentato un lavoro realizzato in passato dalle nostre amiche elbane che mi ha catturato subito.
Così siamo a quota tre nuovi inizi... direi che per ora basta.
Chissà se saprò resistere a nuove tentazioni...






martedì 31 marzo 2020

Uno degli UFO

Sono andata a vedere a quando risale il primo post che descrive questo lavoro e, badate bene, risale al maggio 2012. Si avete letto benissimo 2012...
Ma ora il lavoro è ripartito, almeno quello cucito utilizzando come supporto il Rasterquick, procede.
Non è questa la prima volta che lo riprendo in mano ma, forse, possiamo dire che questa sia la volta buona che lo porterà verso il compimento. Ma del doman non v'è certezza...
Intanto ieri ho terminato il terzo dei quattro pannelli che ho deciso di cucire per arrivare ad una misura che mi permetta di farlo diventare una coperta, vedremo in seguito di quale misura definitiva....
Eccovi i tre pannelli terminati ed ora sto decidendo con Patchwork Victim con che coppia di stoffe colorate creare la base per il quarto.
Un aggiornamento nei prossimi giorni.





lunedì 16 marzo 2020

My Modern, The First

Lo scorso anno ho aderito ad un gruppo Facebook chiamato IMPROV ROW BY ROW.
Era un gruppo chiuso in cui, ogni mese le amministratrici ci comunicavano delle linee guida per realizzare una striscia di stoffa cucita utilizzando il modern patchwork.
Ecco il risultato finale composto da undici strisce lavorate e dieci altre strisce di framezzo.
Io l'ho pensato per utilizzarlo sul divano della stanza del cucito che diventa stanza per gli ospiti quando vengono a trovarci i nostri figli e i rispettivi compagni e compagne.
Ecco il top finito e poi la coperta finita dopo che ho sperimentato il trapunto sulla mia nuova macchina per cucire Pfaff Performance 5.2
E' stata una esperienza interessante ed emozionante trapuntare una coperta di grandi dimensioni con una macchina da cucire. Sono soddisfatta, sia del lavoro che ha svolto sia dell'acquisto.
Un bel modo per iniziare un nuovo percorso.